Blog

Caratteristiche dei bambini dotati

Una delle caratteristiche dei bambini dotati è la capacità di adottare il pensiero associativo (pensare per il tramite delle associazioni) e di collegare molto velocemente i dati appresi. Purtroppo, tale modalità di pensiero e di lavoro viene stimolata di rado nelle istituzioni scolastiche. Un alto livello di quoziente intellettivo è solo una delle precondizioni per cui un bambino si possa definire dotato. È necessario infatti che egli possieda altre caratteristiche rilevanti, tra cui la capacità di applicare il ragionamento divergente. Tale modalità di ragionamento può venir allenata, perciò è prioritaria l'introduzione di metodi d'insegnamento innovativi che stimolino i bambini a ragionare, collegare, lavorare in gruppo, trarre conclusioni e avere allo stesso tempo l'impressione di giocare. Nell'ambito del programma di apprendimento NTC esistono metodi speciali per lo sviluppo del ragionamento divergente. Una di esse è il componimento delle domande indovinello. Nell’ambito di tale attività, il bambino ha il bisogno di utilizzare le associazioni e in tal modo viene stimolato lo sviluppo del ragionamento divergente (per maggiori dettagli inerenti alla tematica consultare il libro "L’intelligenza dei bambini è responsabilità dei genitori"). Se la suddetta modalità di ragionamento e studio non viene stimolata, ovvero se viene richiesto e incentivato solo lo studio riproduttivo (il livello più basso di apprendimento), i bambini non saranno in grado di sviluppare pienamente le proprie abilità!

Caratteristiche dei bambini dotati:

  • destrezza linguistica (vocabolario molto ampio e uso di frasi di senso compiuto nei primissimi anni d vita)
  • osservazioni di carattere generale più spiccate
  • interesse per i libri e più tardi per gli atlanti e le enciclopedie
  • interesse precoce per le date e gli orari di tempo
  • maggiori capacità di concentrazione
  • abilità di rilevazione precoce di cause ed effetti (caratteristica che li rende emotivamente sensibili)